Mastodon

Il delitto delle Cascine: parlano i lettori

romanzo il delitto delle cascine


Trovare un genere di appartenenza per un libro è sempre difficile, i generi si contaminano tra loro e spesso i confini, benché utili, sono arbitrari.

Il delitto delle Cascine è un romanzo che parla di Firenze, di immigrazione e di viaggi, ma anche di adolescenza e amicizie.

In questa pagina sono raccolte alcune recensioni che ne parlano da diverse angolature.

"Due (un italiano assassinato e il compagno di Lamin scomparso) sono i misteri intorno a cui l'autore cuce questo romanzo giallo dai risvolti molto particolari. Eppure sono le storie private di Lamin e delle persone attorno a lui, dai parenti lontani ai compagni del centro, dai tutori e gli assistenti che si occupano di lui agli spacciatori che fanno da contraltare a questa realtà sociale che lotta quotidianamente per farcela, a conquistare il lettore un capitolo alla volta e a farlo arrivare a una comprensione ben più ampia dei semplici fatti di cronaca nera."

"Questo romanzo mi è piaciuto molto, non solo perché scritto in maniera chiara e semplice, ma anche perché è riuscito a farmi capire meglio l'umanità di coloro che lavorano nei centri d'accoglienza e le travagliate e dolorose vicende che ci sono dietro a tutte le persone che, in tali centri, ci arrivano. Le descrizioni sono dettagliate e le parole usate per i diversi personaggi che si affacciano alla storia narrata, sono scelte con cura."

"Attraverso la finzione narrativa, la gente che Lamin definisce “normale” può introdursi in punta di piedi e senza scalpore nel quotidiano di una struttura di accoglienza, nelle storie di alcuni di questi giovanissimi esploratori di nuove terre che chiamiamo “minori non accompagnati”, nella pratica educativa di questi luoghi sconosciuti e guardati con sospetto da molte persone."

"Poi arrivano i ragazzi, così "piccoli", con i loro sogni, le loro paure e incertezze, e a cui  la vita a chiesto subito di essere molto, molto coraggiosi e forti! Che sono intrappolati in alcune trame difficili e che faticano o non sanno a chi chiedere aiuto, a chi affidarsi. Che, con testardaggine, prendono spesso iniziative che possono metterli in pericolo anche se sono motivate dalla solidarietà o dalla lealtà per un amico. Insomma, ragazzi che alla fine hanno bisogno di qualcuno che tenga veramente a loro!"

Altre recensioni dei lettori su Amazon.
Il libro è disponibile anche sul sito dell'editore Porto Seguro di Firenze.