scontrino

Lo scontrino

scontrinoEntra di corsa dopo aver bussato alla porta con forza, senza aspettare alcuna risposta.

- Mi è successa una cosa tremenda, non puoi capire. Cosa stai facendo? Sei sempre al computer.
Incalzato dalla domanda tolgo gli occhi dallo schermo e mi giro il più lentamente che posso.
- Niente, buongiorno a te. Tutto bene?
- Nooo!
- Immaginavo. Allora?
- Allora niente, che la gente non sa lavorare. Sono dei deficienti, ecco cosa sono. Sono andata in libreria.
- E...?
- Avevo da prendere questi due libri, che non sono neanche per me. Devo fare dei regali. Accidenti alle loro corna!
Visto che me li porge, li prendo e li guardo con attenzione -tanto non avevo voglia di lavorare-. Due romanzi, uno anche bello secondo me, almeno credo, perché conosco l’autore e mi piace.
- Erano troppo cari? Hai sforato il tuo budget?

- No, non è questo, è che ho pagato con la carta di credito.
- Non avevi abbastanza soldi e hai fatto una figuraccia?
- No, fammi finire. Li ho pagati, erano anche a sconto.
- Bene no?
- Bene un accidente! Guarda questo scontrino.