Il laboratorio infedele e la lingua che scappa

Il grande Ferdinand de Saussure, fondatore della linguistica moderna, diceva che ogni persona su questo mondo ha due cose: la parole, cioè la capacità di esprimersi con il linguaggio verbale; e la langue, ovvero la lingua parlata, grazie alla quale si entra a far parte di una comunità linguistica.

Parola e lingua. La parola è individuale, la lingua è collettiva. La cosa interessante è che la langue, cioè la lingua, non esiste fisicamente ma vive soltanto nella mente dei parlanti.

Un modello di teatro e di vita

immagine - clown alberoIn quasi tutte le attività legate alla creatività ci si può collocare all'interno di due poli opposti: fondersi totalmente con un territorio o una comunità di persone, assecondandone virtù e vizi; oppure cercare di trasformarsi in qualcosa di nuovo, attraente e trainante, capace di cambiare la vita e la cultura di molti. Spesso la risposta più adeguata è la famosa via di mezzo, cioè passare dall'amalgama alla spinta a seconda delle circostanze e dei periodi. In questo caso, una compagnia teatrale è riuscita a trovare un equilibrio virtuoso tra vita comunitaria e ricerca estetica, dando forma a una storia da cui trarre ispirazione.

Certe frasi vanno tenute d'occhio

Calvin su un muroLe frasi di un bambino, oltre ad essere belle di per sé, possono diventare un ottimo materiale di lavoro per creare testi o immaginare situazioni.

Una frase giusta inserita in un contesto particolare può provocare un'esplosione. Immaginate una ragazza che dopo un bacio cinematografico fissa il fidanzato e dice: "ti puzza l'alito di ovetto kinder senza latte". Ovviamente la frase è stata tolta dal contesto originario e inserita altrove arbitrariamente, ma questi giochi fanno parte della ricerca.

Pagine