Le frasi di un seienne (2)

Questa è la seconda raccolta di frasi pronunciate dal mio seienne, dopo la prima pubblicata qualche mese fa. Frasi di questo tipo sono ben note ad ogni genitore, che di sicuro ogni giorno ne sente parecchie; ovviamente la quantità è tale che non si ha mai la memoria per ricordarle tutte o la prontezza di scriverle da qualche parte. Ecco la seconda manciata di piccole frecciatine di sfrontatezza. 

La nonna al seienne: dammi una patatina. Lui: no perché sono buone e se ti piacciono me ne chiedi un'altra. 

Il seienne: ho usato quello delle uova per distruggere tutte le nuvolette e tutti i castelli. Io: cosa?? Lui: papà!! Angry birds!!

Noi al seienne: e se iniziassimo a lavorare da casa per stare più tempo insieme? Lui: telefonate ai vostri capi però, sennò si preoccupano.

Io al seienne: metti in tasca la caramella che ti ha regalato il signore. Lui: troppo tardi, ce l'ho già in bocca.

Il seienne non rispetta un impegno: "papà, non avevo detto sul serio, sul serio, sul serio... avevo detto sul serio e basta".

Siamo a cena. Io: ti piace il pollo? Il seienne: non te lo dico, non mi capiresti. Io: perché? Lui: ho il singhiozzo e parlo a metà.

Io: grrr! grrr! Il seienne: ah, ah, ah, ah!! Io: ti diverti? Lui sorridendo: no, sembri uno stupido...

Il seienne: ho capito cosa voglio fare da grande. Io: bene! cosa? Lui: un giorno l'astronauta, quello dopo cerco ossa di dinosauro, dopo...

Il seienne: ho capito sai? Io: cosa? Lui: che vuoi fare la pace con me, ma sai che ti dico? Non hai scampo!!!

Il seienne: ho una compagna "infestabile" Io: cosa? Lui: sì, perché dice sempre "amore, amore"...

Il seienne: papà! Ho fatto la cacca più grande della mia vita! Io: come hai fatto? Lui: ho usato il mio istinto.

Il seienne piangendo: non ho fatto merenda! Io: non si muore mica. Lui: invece sì... di fame!!!

Io al seienne: se il gelato al melone ti piace e sa di melone, perché non mangi anche il melone? Dopo un po' lui dice: questo non lo so neanch'io.

Il seienne si è portato a scuola un panino fatto in casa. Io: com'è andata con il panino? Lui: più piccolo è, e meno s'ingrandisce. Capito?